Visione e D.S.A. – vediamo insieme la correlazione

Il Disturbo Specifico di Apprendimento DSA comporta una difficoltà nell’acquisire alcune competenze scolastiche quali lettura, scrittura, calcolo. Molto spesso questi disturbi possono essere amplificati e resi più severi da difficoltà visive. In altri casi, secondo alcuni autori, il disturbo visivo può rappresentare il nucleo centrale del disturbo. Risulta quindi fondamentale valutare approfonditamente le abilità visive del bambino per poter adeguatamente impostare gli opportuni trattamenti rieducativi, siano essi logopedici, optometrici, psicologici, ecc…

La visione non è, tuttavia, solo capacità di vedere nitido. I famosi 10/10 rappresentano solo una delle abilità che contribuiscono a sviluppare una buona visione.  Inseguire un oggetto in movimento, spostare lo sguardo su punti differenti, focalizzare correttamente a diverse distanze, mantenere la fissazione per tempi prolungati, riconoscere un elemento all’interno di una serie di figure simili sono solo alcune delle abilità che occorre possedere per poter dire di avere una buona visione.

Presso il Centro Ricerche sulla Visione abbiamo sviluppato un protocollo utilizzato per la valutazione dei bambini con sospetto o diagnosi di DSA. L’esame considera anche quei parametri visivi che risultano correlati con la presenza di DSA ma che abitualmente si controllano solo in progetti di ricerca e non si utilizzano nella pratica clinica, spesso non per profonde convinzioni teoriche ma semplicemente per difficoltà logistiche.

Per altri articoli sul tema VISIONE e D.S.A. consulta il nostro blog
Seguici anche sulla nostra pagina Facebook