Una lente per ridurre il mal di schiena cronico

3 Gennaio 2017 By 0 Comments

Quando guardiamo un oggetto gli occhi devono allinearsi esattamente sul punto di fissazione.
Le forie sono dei disallineamenti latenti sia sul piano orizzontale che verticale che possono essere
osservati solo con alcune specifiche tecniche d’esame.

vertical-deviations-3-728

La postura dipende dall’integrazione centrale degli input visivi, vestibolari e propriocettivi.

In questo studio è stato osservato che il controllo posturale in soggetti sani che presentavano
forie verticali anche minime era più instabile rispetto ai soggetti senza forie.
Questa instabilità migliorava compensando la foria con specifiche lenti prismatiche.

Gli autori hanno poi valutato soggetti con mal di schiena cronico non specifico trovando in tutti una foria verticale.
Hanno quindi ipotizzato che la necessità di controllare l’allineamento oculare influenzi il sistema vestibolo-oculari
e vestibolo-spinali, creando una perturbazione nel processo di controllo posturale.
Gli autori ritengono che il prolungarsi nel tempo di questi conflitti tra l’informazione visiva
e gli stimoli vestibolare e propriocettivi possa condurre alla cronicizzazione del dolore alla schiena.

Neutralizzare la foria verticale con una idonea correzione prismatica permette una migliore mobilità
ed una drastica riduzione dei disturbi lamentati dai pazienti.

Il test per valutare le forie verticali è molto semplice e non richiede strumentazione complessa ma spesso non viene
eseguito in quanto, erroneamente, viene ritenuto da alcuni operatori scarsamente significativo.
Tale test è inserito nei protocolli standardizzati di valutazione delle funzioni visuo-percettivo-motorie.

forieverticalicefalee2

Fonti:

Med Hypothesis Discov Innov Ophthalmol. 2015 Spring; 4(1): 27–30.
PMCID: PMC4389295
Incidence of Vertical Phoria on Postural Control During Binocular Vision:
What Perspective for Prevention to Nonspecific Chronic Pain Management?
Eric Matheron and Zoï Kapoula