In un recente studio alcuni ricercatori francesi hanno verificato 3 possibili cause di dislessia:

– un deficit fonologico 
– stress visivo 
– ridotta attenzione visiva 

Il gruppo di studio comprendeva 164 bambini francesi dislessici e 118 bambini di controllo, di età compresa tra gli 8 e i 13 anni. 

Gli autori hanno riscontrato che la maggior parte dei bambini dislessici mostrava un deficit fonologico che incideva  sia nell’accuratezza della risposta che nella velocità. 

I deficit di attenzione visiva sono stati misurati con test in cui i bambini dovevano ricordare 5 lettere maiuscole presentate per 200 ms.
Quasi il 30% dei bambini dislessici mostravano una caduta in quest’area. 

Lo stress visivo (ne abbiamo parlato qui) rappresenta quel fastidio marcato che provano alcune persone quando guardano alcune griglie o luci lampeggianti. 

In questo studio non sono state evidenziate differenze tra i dislessici e i controlli. 

Quindi, dislessia: deficit fonologico o deficit visivo?

Gli autori riconoscono che la marcata incidenza della componente fonologica nei dislessici può essere dovuta anche al fatto che dal gruppo dei dislessici sono stati esclusi tutti quelli che presentavano difetti visivi non adeguatamente corretti. Per quanto approfondita la batteria di test non ha tuttavia neppure sfiorato l’analisi di altre importanti  componenti visive, come la disparità di fissazione o le abilità saccadiche. A ciò dobbiamo aggiungere che il francese non è una lingua ad ortografia trasparente come l’italiano, in cui ad ogni segno grafico corrisponde un singolo suono. Questo comporta sempre una maggiore difficoltà nell’acquisizione della lettura se è presente un deficit fonologico.
Questo articolo mostra chiaramente che non ci si deve mai fermare alla lettura della sintesi degli articoli ma occorre leggerli con molta attenzione.
In questo caso potrebbe sembrare che ci sia sempre un ridotto ruolo del deficit visivo nella dislessia ma i risultati derivano anche dalla modalità di selezione del campione.

Difficilmente troveremo qualcosa che, a priori, non andiamo a cercare.

Dev Psychol. 2016 Oct;52(10):1503-1516.
Phonological skills, visual attention span, and visual stress in developmental dyslexia.Saksida A1,


In attesa del prossimo post, scopri le altre novità dal blog

E per non perderti tutti i nostri futuri articoli, iscriviti alla newsletter!