Diagnosi funzionale della visione

diagnosifunzionaleimminternaQuesto tipo di valutazione fornisce indicazioni sulle modalità con cui avviene il processo visivo e sull’integrazione della visione con le altre attività e competenze del paziente. Nel corso degli anni sono stati sviluppati nel CRV dei protocolli specifici che consentono di coprire le necessità diagnostiche di vari profili clinici.

L’esame funzionale viene sempre più spesso utilizzato per integrare diagnosi e progetti riabilitativi in neuropsichiatria sia infantile che adulta. È eseguito anche in soggetti che presentano patologie oculari e sistemiche, in quanto fornisce indicazioni sui limiti esecutivi del paziente, dando nel contempo indicazioni sugli accorgimenti utilizzabili per ottimizzare la funzione visiva. Anche l’utilizzo di strumenti compensativi deve passare attraverso una corretta conoscenza di ciò che l’individuo può fare con le proprie abilità residue.

Il CRV utilizza per l’analisi dei movimenti oculari un eyetracker binoculare ad alta frequenza 500 Hz con analisi integrata anche delle informazioni ambientali. Questo strumento è utilizzato in pochi altri centri di ricerca di base universitari di eccellenza.